Evacuare nell’ambiente esterno

cuccioli

Il momento migliore per iniziare ad educare un cagnolino ad eliminare le deiezioni in un luogo appropriato è verso l’8° settimana sebbene è necessario ricordare come il completo controllo degli sfinteri sarà possibile solo a partire al 4° mese di vita. Di conseguenza sarà impensabile sperare che un cucciolo trascorra 8-10 ore senza urinare o defecare.

Sarà, dunque necessario accompagnare il cagnolino nelle sue passeggiate all’inizio almeno ogni due ore e soprattutto dopo il pasto e subito dopo un sonnellino o il gioco.

Una volta fuori è importante non distrarre il piccolo e permettergli di annusare a terra iniziale del comportamento eliminatorio. Infine se si osserva l’atto eliminatorio è necessario lodarlo immediatamente con un bocconcino, una carezza associata a una parola dolce. Se il piccolo non riesce a trattenere e lo si sorprende in casa nella fase iniziale del comportamento (ossia quando inizia ad annusare a terra od ad acquattarsi) il coglierlo di sorpresa con un secco “NO” o con un rumore forte (tipo battito di mani) può interrompere la sequenza comportamentale, ma sarà comunque necessario “fuggire” all’esterno e permettere la deiezione con lode associata.
Qualsiasi altro mezzo punitivo “a posteriori”, sarà inefficace a causa del mancato controllo degli sfinteri e del fatto che il tempo di associazione tra punizione e atto è molto breve e poco sfruttabile.
Per pulire le deiezioni è necessario allontanare il cucciolo (altrimenti quest’ultimo potrà associarlo ad un gioco) e detergere con acqua calda e sapone non irritante (evitando l’utilizzo di ammoniaca o candeggina che possono riprodurre l’odore dell’urina).

Posted by
admin